german  english  italy  poland  spain  hungary  lettland  sweden  Färöer  japan  serbia

La biblioteca di Franz Fühmann


Franz Fühmann (1922-1984), uno dei più importanti autori di lingua tedesca del secondo Novecento, noto già ai suoi tempi ben oltre i confini della DDR, era un impareggiabile e appassionato collezionista di libri. La sua biblioteca personale, composta da oltre 17.000 volumi, raccoglie titoli tratti dagli ambiti disciplinari più diversi. In assoluta consonanza con la produzione letteraria dell‘autore, la biblioteca trova i suoi principali punti di forza nella letteratura di lingua tedesca dei secoli XVIII-XX, nella letteratura inglese e francese del XIX e XX secolo, nelle raccolte di fiabe, nelle opere di mitologia, storia dell‘arte, filosofia, religione, storia, sociologia, psicologia e psicoanalisi, ma anche in una serie di scritti specialistici sull‘industria mineraria, nonché in molte opere di consultazione ed enciclopedie.

Tra queste opere si trova inoltre una serie cospicua di preziose prime edizioni (specialmente di letteratura espressionista), alcune rare edizioni private a tiratura limitata e libri impreziositi da opere di arte grafica originale.

Gli oltre 5 metri lineari occupati da esemplari con dedica possono dare un‘idea dell‘alto grado di apprezzamento di cui godeva lo scrittore e l‘uomo Franz Fühmann - accanto ai nomi di due premi Nobel per la Letteratura la lista dei nomi di personaggi illustri è lunga.

Uniche nel loro genere e di altissimo interesse per ogni studioso, ricercatore e conoscitore di Fühmann sono in particolare le innumerevoli sottolineature, le note a margine e i foglietti di appunti (spesso a colori), che si trovano sparsi nei libri della sua biblioteca, nonché gli schedari ad essi direttamente connessi (in totale sei schedari colmi di biglietti fittamente annotati), anch‘essi parte integrante della biblioteca. Tipica è inoltre la firma con cui Fühmann contrassegnava il frontespizio dei propri volumi.

Accanto a libri e riviste si possono poi trovare tra gli scaffali della sua biblioteca una serie di involti, organizzati per temi e contenenti ritagli di giornale o riviste, ma anche quaderni e brossure, insieme a fotografie, cartine geografiche, riproduzioni d‘arte e altri materiali simili; non solo: anche molti manoscritti autografi e tiposcritti, lavori preliminari o appunti per future opere, manoscritti di altri autori, cartoline e lettere a lui indirizzate (di Uwe Greßmann, Rainer e Sarah Kirsch, Wolfgang Hilbig, Christa Wolf e molti altri). La biblioteca di Franz Fühmann ha dunque non soltanto le caratteristiche di una biblioteca personale di lavoro, ma anche di un vero e proprio lascito letterario.
 
Quando Fühmann era ancora in vita, la sua biblioteca era distribuita in tre luoghi distinti: l‘abitazione presso lo Strausberger Platz; la casetta di campagna, suo domicilio lavorativo, a Märkisch Buchholz e un‘abitazione-negozio a Berlino. A partire dall‘inizio del 2003 questa raccolta di libri, unica nel suo genere, si trova riunita presso le Collezioni Storiche della Zentral- und Landesbibliothek di Berlino, a disposizione della ricerca e ordinata secondo le diverse aree disciplinari.

Volker Scharnefsky

Link: Zentral- und Landesbibliothek Berlin - Historische Sammlungen